Menu
Registrati

CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie per migliorare i servizi offerti agli utenti.

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Per saperne di più

OK

Rifacimento del tetto e della facciata, ecco la giusta ripartizione

Rifacimento del tetto e della facciata, ecco la giusta ripartizione

Risulta evidente che tanto il tetto quanto la facciata di uno stabile siano parti ritenute comuni a tutti i condomini poiché svolgono una funzione di protezione di cui tutti inevitabilmente beneficiano: la spesa di manutenzione quindi si ripartisce su base millesimale senza alcuna correzione

Se però in un edificio sono riconoscibili in maniera evidente delle porzioni immobiliari ben distinte, come  ad esempio il caso di un immobile a forma di L e la spesa riguarda solo una delle due ali o una delle facciate allora sul gruppo di condomini le cui unità immobiliari si trovano al di sotto della porzione di tetto soggetta ai lavori o sono rivestite dalla facciata che deve subire gli interventi di manutenzione, partecipo alla spesa. 

Così infatti stabilisce il secondo comma dell'art. 1123 del codice civile in base al quale: "se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne".

Informazioni aggiuntive

  • copyright: © Condominio Pratico RIPRODUZIONE RISERVATANe è consentita esclusivamente la riproduzione con citazione e link alla fonte
Torna in alto

Accedi or Registrati