Menu
Registrati

CookiesAccept

Questo sito utilizza i cookie per migliorare i servizi offerti agli utenti.

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Per saperne di più

OK

Come ripartire i consumi d'acqua

Come ripartire i consumi d'acqua

La tabella millesimale per la ripartizione delle spese è prevista dall'art. 1123 del Codice Civile come criterio normale di ripartizione, lo stesso articolo, in ogni caso, dispone che "nel caso di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione all'uso che ciascuno  può farne."

In particolare per la ripartizione relativa ai consumi di acqua non è il criterio ottimale e normalmente,  in assenza di contatori separati per ogni appartamento, si fa riferimento proprio al numero di condòmini residenti considerando anche i lattanti come persone adulte,  ma escludendo gli animali domestici.

Nel caso in cui ci sia un forte consumo dovuto alle parti comuni (come ad esempio irrigazione di parti verdi o quant'altro)  occorre certamente tenere conto di questa circostanza con una stima del consumo condominiale ripartendo solo la parte restante tre singoli condomini. 

 

Informazioni aggiuntive

  • copyright: © Condominio Pratico RIPRODUZIONE RISERVATANe è consentita esclusivamente la riproduzione con citazione e link alla fonte
Torna in alto

Accedi or Registrati